Tiroide - Daniela Inganne Dottoressa - Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tiroide


Presso lo studio della dott.ssa Danela Ingannè è possibile usufruire delle seguenti prestazioni:

- Ecografia tiroidea con integrazione color-doppler;
Tiroide
Cosa è: La tiroide è una ghiandola posta nel collo, al di sotto della laringe, destinata alla produzione di due ormoni: la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3) che svolgono un ruolo fondamentale nel corretto funzionamento del metabolismo nella crescita di quasi tutti gli apparati principali dell’organismo.
Ha la forma di una farfalla e misura complessivamente 5-8 cm di lunghezza, 3-4 di spessore e 2-3 di spessore. Il suo peso oscilla tra 10 e 20 gr.

Come funziona: La funzione principale della tiroide è produrre ormoni contenenti iodio. Una sua carenza dtermina un malfunzionamento della ghiandola.

Disfunzioni tiroidee: Con il termine ipertiroidismo s’intende una situazione clinica caratterizzata da un aumento di ormoni tiroidei in circolo. Mentre con il termine ipotiroidismo s’intende una riduzione della produzione di ormoni tiroidei.

Disfunzioni tiroidee: i sintomi
I sintomi delle malattie tiroidee sono aspecifici ed è talvolta difficile riconoscerne i sintomi.
I più frequenti sono:
  • alterazioni del peso corporeo;
  • debolezza e stanchezza;
  • disturbi delle sfera psico-intellettiva (difficoltà di concentrazione, pensiero rallentato, sonnolenza, disturbi della memoria, depressione o di contro nervosismo, agitazione etc)
  • intolleranza al caldo e freddo
  • secchezza della pelle;
  • disturbi intestinali (stipsi o diarrea).
  • Gozzo e Noduli: Con il termine gozzo s’intende un aumento del volume della tiroide, che si può accompagnare o meno ad alterazioni della funzionalità tiroidea.

Il riscontro di uno o più noduli non deve allarmare ma portare alla consulenza di uno specialista che valuterà se sia il caso di tenerlo sotto controllo con periodiche ecografie ed instaurare semmai una eventuale terapia farmacologica.
In caso di rischio di malignità o nel caso in cui si hanno noduli voluminosi potrebbe essere indicato l’intervento chirurgico di asportazione della tiroide.
I noduli maligni della tiroide sono, comunque, curabili nella maggior parte dei casi.
Infatti la sopravvivenza media dei pazienti affetti da neoplasie della tiroide è molto elevata e la prognosi è ottima.

Torna ai contenuti | Torna al menu